Al via il 13 Festival della Cucina Italiana

Fervono i preparativi per la realizzazione del 13 Festival della Cucina Italiana, in programma al Parco Terme Galvanina – Rimini Alta nelle giornate del 6-7-8 settembre.

Festival Cucina Italiana

Il Festival della Cucina Italiana giunto alla 13ª edizione è uno degli appuntamenti enogastronomici più rilevanti che raccoglie il meglio del cibo e del vino, da sempre patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Una delle sue caratteristiche è l’essere itinerante: nel 2012 si è svolto nella città del Tartufo Bianco Pregiato di Pergola, nelle Marche, coinvolgendo il folto pubblico, di televisioni,  giornalisti, i più importanti chef italiani e i buyers esteri in degustazioni di cibi e vini eccellenti.

Nelle edizioni precedenti, per citarne alcune, si era svolto per i primi due anni all’Isola d’Elba, poi a Londra, a Piobbico, a San Benedetto del Tronto, a San Patrignano e alcune edizioni presso la Fiera di Rimini.

La tredicesima edizione del Festival della Cucina Italiana, quindi dopo aver fatto tappa in alcune regioni italiane, approda a Rimini e, approfittando della splendida location del Parco Terme della Galvanina a Rimini Alta, diventa ‘parco tematico’ dell’enogastronomia. Una gigantesca isola del gusto che per tre giorni (6-7-8 settembre), offrirà 10 mila metri quadrati con il meglio del cibo, del vino e della birra di tutta la penisola, con lo sguardo rivolto anche oltreconfine.

Un Festival della Bontà insieme ai protagonisti della cultura enogastronomica italiana, che si fa racconto attraverso degustazioni, incontri, proposte culinarie, ma anche musica, convegni, benessere del corpo e tanto altro ancora. Insomma, tanti Festival in uno, con Rimini e la costa adriatica intorno e la supervisione tecnica del Maestro Gianfranco Vissani.

Nel grande parco riminese si potranno liberamente gustare i divertimenti dell’enogastronomia con il Cibo di Strada, i Maestri Carnaioli, la Birra Artigianale, la Pizza napoletana, le lezioni delle sfogline, l’antico percorso Romano dell’acqua minerale Galvanina e le sue Bibite Bio, Verrà realizzato inoltre il Trofeo Galvanina con Pier Luigi Celli, Gioacchino Bonsignore, Niko Romito e Leonardo Spadoni, e tanto altro ancora.

Particolare attrattiva di questa edizione sarà l’area Pizza che vedrà presenti i maestri pizzaioli campani dove la pizza è storia e vita. Ad elaborare le fantastiche pizze Napoletana e sue varianti, ma sempre con l’arte di grandi maestri saranno Umberto Fornito, titolare dell’Antica Pizzeria Frattese a Frattamaggiore NA e Carmine Ragno titolare dell’Erreclub ad Avellino, ed altra pizzeria ad Atripalda, unitamente a loro collaboratori ed in particolare Umbertino Costanzo, nipote d’arte di Fornito che ad 11 anni è campione di pizza acrobatica, titolo conquistato già in tenera età e che dai suoi primi 4 anni di vita continua ad elaborare squisite pizze molto simili a quelle del nonno.

Sarà veramente un assaporare i gusti della Vera Pizza, attraverso quelle che produrrà Fornito primo campione del mondo della specialità Pizza Napoletana STG e pluridecorato a livello mondiale anche per altre categorie di pizze con le quali in  importanti campionati svoltisi in vari paesi del globo terrestre ha portato, con le sue vittorie, in trionfo l’Italia ed in particolare il territorio napoletano. Non di meno saranno i gusti dell’altro campione Ragno, anche lui ricco di trofei assegnatigli in importanti gare  di pizza, ed autore della specialità registrata de “La Pizza della Nonna”, qualcosa di veramente unico ed originale nel campo pizza, anche se è solo un richiamo alla storia dell’arte bianca, ma da lui elaborata diviene qualcosa di veramente unico per la fragranza, sofficità, gusto e sapori che di un trancio fanno il richiamo di un altro e che,  anche se mangiata dopo ore o giorni addirittura, si rende comunque appetibile per aver conservato le sue doti originali di freschezza e sapidità.