Seby Conigliaro, la fantasia al servizio della cucina

Lo chef Seby Conigliaro

Seby Conigliaro rivela i suoi segreti in cucina

E’ giovane ma può già contare su svariate pubblicazioni su riviste nazionali di sue ricette lo chef siciliano Seby Conigliaro che tra una portata e l’ altra ci rivela i suoi segreti per prendere il proprio partner per la gola…

Seby, se ti chiamassero in televisione per mostrare la tua arte, accetteresti?

Il mondo televisivo mi attira molto soprattutto perché mostri a tante persone le tue capacità e l’ arte della cucina che è sempre in evoluzione.

Credi che i reality sulla cucina diano in qualche modo un’ idea sbagliata del mestiere di chef?

Credo di sì, cioè mi spiego meglio:  io credo che sia giusto che facciano molti programmi dove la gente guarda e -magari- riproduce il tutto a casa quotidianamente o per delle cene tra amici ma credo anche che la vita da chef o cuoco , come si vuole chiamare, non è fare il piatto, bensì  è un gran lavoro di preparazione e ore di servizio che se non hai passione non riesci facilmente a tenere certi ritmi!

Che cosa significa essere un bravo cuoco oggi?

Essere un bravo cuoco oggi significa essere gratificato dalla cerchia di clienti che vengono ad assaporare la tua cucina e grazie ai social la voce si diffonde! E  poi si creano collaborazioni con altri colleghi , magari  per eventi benefici dove di solito si riuniscono i migliori chef . Ergo quindi spero un giorno di poter essere tra questi!

Se dovessi descrivere la tua cucina con tre aggettivi quali useresti e perchè?

Beh,  non saprei:  di solito lascio agli altri il compito di descrivere la mia cucina ma credo sia moderna fresca e fantasiosa!

E‐ invece‐ per descrivere te stesso e la tua personalità?

Permaloso e testardo ma molto buono di cuore . Inoltre  non amo le ingiustizie e le persone false

Ti piace prendere per la gola una donna?

Beh,  a chi non piace? Comunque spesso capita che mi metto ai fornelli per delle amiche o ragazze con cui cerco di creare una relazione , diciamo che molte se ne innamorano… della cucina! ( ride)

Quali piatti le cucineresti per ammaliarla?

Inizierei con un mix di antipasti sfiziosi, poi le proporrei  un primo di pesce e concluderei con un dessert a cucchiaio

E quelli che accuratamente eviteresti?

Ma non saprei: diciamo  dipende dal tipo di persona che mi trovo davanti!

Un consiglio culinario‐ invece‐ che ti senti di dare a un uomo che non è bravissimo ai fornelli ma che comunque vuole fare bella figura con il gentil sesso?

Di portarla al ristorante! ( ride) Dai,   scherzo! Credo che se ci si mette un po’ d’ amore anche con qualcosa di semplice riesce a fare una bella figura!