MilleFritta, millefoglie fritta a pastiera

Oggi vi parliamo di dolci e nello specifico di Millefritta. L’ultima invenzione della giovane pizzaiola Isabella De Cham alla Sanità, che vede una base millefoglie fritta al gusto di pastiera.

Millefritta

Da oggi nel cuore del centro storico di Napoli sarà possibile gustare questa specialità dal simpatico nome Millefritta. Si tratta dell’ultima invenzione della pizzaiola classe 1993 della Sanità, che ha pensato di friggere dei dischi di pasta e sovrapporli a mo’ di millefoglie condendoli con rivisitazione di pastiera e servito con nocciole e confettura di albicocche.

Tutto ciò è possibile grazie alla versatilità dell’impasto di Isabella, che le ha permesso di creare un prodotto friabile e che può essere farcito a piacimento. Una vera e propria rivoluzione nel mondo della frittura.
I più golosi la potranno assaggiare proprio nella Sanità “a casa di Isabella De Cham”, una pizzeria tutta al femminile aperta la scorsa primavera nel Rione Sanità, a due passi dalla casa natale di Totò.

Il locale gode di una ampia sala superiore, elegante e accogliente con i suoi comodi divanetti.

Seppur giovanissima, Isabella vanta esperienze al fianco dei big della pizza fritta napoletana come Sorbillo da Zia Esterina, Masardona e Ciro Oliva da Concettina ai Tre Santi. Le sue pizze fritte parlano per lei e la sua fama ha raggiunto presto tutta la città. Nel 2017 ha ottenuto il riconoscimento di pizzaiola dell’anno da “50 Top Pizza” e si è classificata al secondo posto al Campionato Mondiale del Pizzaiuolo nella categoria “pizza fritta”. È miglior proposta dei fritti nell’edizione 2018 di “50 Top Pizza”.