Festival della Zuppa di Bologna 2019

Festival della Zuppa di Bologna al via

È ufficiale: torna il Festival della Zuppa di Bologna, la gara ludica gastronomica più “popolare” di Bologna!

Gratuita, folclorica, multiculturale, intergenerazionale e di respiro internazionale, la storica festa di strada animata da artisti, assaggiatori e “zuppanti” in gara quest’anno avrà luogo domenica 5 maggio 2019 al Parco Pier Paolo Pasolini del Pilastro di Bologna (Quartiere San Donato – San Vitale) per celebrare in compagnia l’anniversario della Liberazione, i diritti di tutti i cittadini al Lavoro e i valori fondamentali di una convivenza civile pacifica e inclusiva.

Da pochissimi giorni sono finalmente aperte le iscrizioni per concorrere come “zuppanti”: è sufficiente compilare e inviare il modulo online completo dei propri riferimenti, nome e ricetta della zuppa che si vuole proporre.

L’iscrizione e la partecipazione al Festival della Zuppa di Bologna sono gratuite.

La gratuità, il coinvolgimento reale dei cittadini e il carattere ludico sono da sempre i principi su cui si basa il festival. Piatto popolare per eccellenza in quanto economicamente alla portata di tutti, creativo e diffusissimo in tutto il mondo, la zuppa è metafora e pretesto di incontro e condivisione di sapori e saperi, ma soprattutto di persone di differenti età/origini/background culturale/professioni/tradizioni culinarie.

Giunto alla sua XII edizione, il festival è reso possibile da un’ampia rete di collaboratori quali associazioni, artisti e cittadini che di edizione in edizione s’inzuppano volontariamente mettendo a disposizione tempo, passione e competenze. Dal lato economico è quasi ormai interamente sostenuto dall’Associazione Culturale Oltre…, sua storica promotrice dal 2006 e attiva da oltre 20 anni sul territorio nella diffusione di progetti di animazione urbana ludici, artistici e conviviali che coinvolgano realmente i cittadini rendendoli protagonisti del processo creativo. Senza scopo di lucro, l’associazione propone da sempre le sue iniziative in forma gratuita, ad offerta libera e consapevole o a prezzi ampiamente popolari.

Per questo motivo, a fronte dei numerosi e onerosi adempimenti richiesti per organizzare in sicurezza una manifestazione culturale all’aperto e aperta a tutti (in bolognese “par tòt”), si è resa necessaria l’attivazione di una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso che rivela: Gli ingredienti ci sono tutti, però… Niente zuppa senza fuoco! SOUPport the Soup: la scintilla sei tu!

Rivolto a quanti riconoscono il valore inclusivo e socio-culturale del festival, l’invito è a sentirsi parte del suo percorso perché, usando una metafora gastronomica, sebbene gli ingredienti ci siano tutti, senza quel calore che permette di scaldarla e cuocerla non è realmente possibile creare e condividere una buona zuppa.