Lo chef Claudio Lunghi

L’Antonella inaugura la stagione con lo chef Claudio Lunghi

Il popolare Chef Claudio Lunghi, per 35 anni a capo della cucina del ristorante Il Focarile, sceglie il ristorante dell’Shg Hotel Antonella per il suo ritorno sulla scena. Con un’eccezionale vista sulla sughereta ed una proposta enogastronomica versatile, il ristorante Antonella si candida a diventare un punto di riferimento per la comunità pometina e non solo.

Le dichiarazioni

“Durante il mio trascorso lavorativo ho avuto la possibilità di raggiungere traguardi importanti riuscendo ad essere presente in modo esaustivo nelle più importanti guide gastronomiche, guadagnando il prestigio della critica gastronomica attraverso la stella Michelin. Sono stato scelto per proporre la cucina italiana attraverso il ministero degli esteri cucinando per numerosi personaggi politici provenienti da tutto il mondo.”

A due passi dal cuore della Roma degli imperatori, l’Shg Hotel Antonella si conferma la location ideale per ospitare eventi aziendali, banchetti nuziali, compleanni e ricorrenze quali cresime e comunioni.
Un’offerta ampia e personalizzata, spazi dedicati da allestire secondo il tema dell’evento ed un servizio a 360°, caratterizzano l’ospitalità del gruppo Shg.

Claudio Lunghi

Lo Chef Lunghi, apre la collaborazione con il Ristorante Antonella con una proposta enogastronomica versatile e in continua evoluzione, al ritmo della stagionalità e della reperibilità dei prodotti più freschi. “Perché soggiornare in un luogo significa assorbirne le tradizioni e la cultura. Quale miglior modo se non attraverso la cucina?”

Ed ecco che sul menu a la carte trovano spazio i piatti della tradizione, rivisitati in chiave moderna, un percorso lungo tutto il nostro territorio a partire dalla Bottarga di Cabras passando per le eccellenze dell’Agropontino sino al riso lombardo.

Chef Claudio Lunghi, romano di nascita e di crescita: ogni stagione un assaggio diverso della cucina tradizionale italiana, che mette al centro il prodotto trattato con profondo rispetto e valorizzato con tecniche di cottura tradizionali.

Un esempio su tanti è il Pacchero alla “Riviera d’Ulisse” con fiori di zucca, pomodoretto, pescato locale, vongole veraci, bottarga e profumo di limone, ancor più delizioso se accompagnato da un ROERO ARNEIS DOCG 2018, come consiglia il nostro Sommelier.

La selezione dei vini, a cura del Restaurant Manager e Sommelier, sorprende per la sua originalità ed ecletticità, che ben si sposa con la filosofia del nuovo menu. Accanto ai vini più prestigiosi e conosciuti, compaiono etichette meno note che valorizzano la produzione dell’Agropontino.