50 Kalò Pizzeria London di Ciro Salvo

50 Kalò London tra le 50 pizzerie d’Europa

50Kalò London di Ciro Salvo è prima in classifica come migliore pizzeria d’Europa. E’ stato appena annunciato dal comitato di 50 Top Pizza, riunitosi presso la sede di Identità Golose di Milano.

Dopo la vittoria, a Marzo, del Premio Migliore Pizzeria italiana di Londra, l’unica nella capitale britannica ad ottenere I Tre Spicchi Gambero Rosso, la pizzeria londinese di Ciro Salvo ottiene un altro ambito riconoscimento. Si aggiudica il Premio Fior d’Agerola 50 Top Europa confermandosi una delle pizzerie più amate della capitale inglese grazie al talento, alla professionalità e al lavoro del Maestro dell’Impasto Ciro Salvo.

Aperta nel luglio 2018, 50 Kalò London è nel centro di Londra: nella celebre Trafalgar Square, la piazza delle piazze, uno dei simboli della capitale britannica nel mondo. 200 mq e novanta i posti a sedere, una squadra formata e istruita personalmente da Ciro Salvo che si divide tra Napoli e Londra dove ha portato il suo pluripremiato impasto, unico per leggerezza e digeribilità e un’ampia selezione di prodotti top premium. , ha commentato Ciro Salvo.

Ciro Salvo è la terza generazione di una famiglia di pizzaioli. Nato a Napoli nel 1977, si è formato nella pizzeria della nonna a Portici, prima come fornaio e poi all’impasto. Nel 1996 si diploma e sceglie come professione il pizzaiolo mettendoci passione, dedizione e studio. La sua ricerca sull’impasto lo distingue dagli altri: lavora la farina con percentuali di acqua che superano la ricetta tradizionale e mette a punto un impasto altamente idratato, leggero e digeribile, unico nel panorama pizza in Italia.

Nel 2014 apre a Napoli, a pochi passi dal lungomare di Mergellina, la sua pizzeria che chiama 50 Kalò: un nome non casuale perché 50 è nella cabala napoletana il pane, mentre kalò nell’antico gergo non scritto dei pizzaioli significa buono. 50 Kalò (panetto buono) è dunque la sintesi del suo lavoro, della sua ricerca come pizzaiolo. La più autorevole critica nazionale e internazionale celebra il suo impasto e l’attenzione quasi maniacale dedicata alla scelta degli ingredienti per le pizze: le migliori selezioni di pomodoro, latticini, salumi e olio extravergine d’oliva aggiunto solo a crudo, a fine cottura.

Il Gambero Rosso nel luglio 2013 gli dedica la copertina, nel 2016 gli assegna il Premio Maestro dell’Impasto e dal 2014 premia la sua pizzeria con i 3 Spicchi, il massimo riconoscimento nella Guida Pizzerie d’Italia.