Chocoland. Foto da Facebook

Chocoland 2019 a Napoli

Ecco che con Chocoland, il Vomero si trasforma nel quartiere più buono di Napoli dal 29 Ottobre e fino al 3 Novembre 2019. Prende il via l’undicesima edizione di Chocoland tra le strade di via Scarlatti e via Luca Giordano, con l’arrivo delle caratteristiche casette di legno che proporranno gustosi manicaretti e cioccolata di ogni tipo e di ogni origine geografica.

Evento nell’evento la selezione per la trasmissione di TV8 “Ho qualcosa da dirti”, il nuovo programma di Enrica Bonaccorti del quale si parla tanto in Italia in questo periodo. Gli aspiranti partecipanti dovranno recarsi dalle ore 15 alle ore 20 di mercoledì 30 ottobre, spazio temporale nel quale avranno luogo le selezioni napoletane proprio nell’ambito di Chocoland.

E poi le altre novità come “Ciok si gira”, dove ogni ospite potrà mettere alla prova le sue doti attoriali con la scenografia digitale che riproporrà tre capolavori del passato ispirati al cioccolato: Forrest Gump, Chocolate e La fabbrica di cioccolato.

Sarà presente anche la panchina di Forrest Gump dove l’attore Diego Sommaripa, tutti i giorni dalle 16 alle 20 e dal 1 al 3 novembre anche dalle 10 alle 13, replicherà le frasi di Tom Hanks e interloquirà con il pubblico partendo dalla famosissima frase: “La vita è come una scatola di cioccolatini”.

Ancora, in tema di cinema, un sosia di Jonnhy Deep vestirà dal 1 al 3 novembre i panni di Willy Wonka e rivivrà le emozioni del film “La fabbrica di cioccolato” assieme ai suoi fedelissimi mini-operai Umpa Lumpa, questi ultimi presenti dal giorno 29 ottobre nella zona della “Ruota della Fortuna”.

Un celebrity wall, la “Hands of fame”, sarà invece creato grazie al contributo artistico dei visitatori che avranno la possibilità di immergere la loro mano in un bidone di cioccolata e “stampare” la loro impronta.

E poi l’aspetto sociale con la Piazza della Fiducia fortemente voluto proprio dalla V Municipalità presieduta da Paolo De Luca. Prodotti equo-solidali saranno proposti dall’associazione “Abili Oltre”.