Dove mangiare all’aperto a Napoli

Oggi vi vogliamo raccontare della ricerca fatta da TheFork, per meglio capire dove mangiare all’aperto a Napoli.

Sulla piattaforma, i ristoranti che hanno segnalato di avere posti all’aperto sono a livello nazionale oltre 4.000. Si va dalle terrazze con vista eccezionale a giardini segreti urbani, dai classici tavolini all’aperto nei centri cittadini al verde degli agriturismi fuoriporta.

Una scelta vastissima che si abbina anche a cucine molto diverse: da quelle più gourmet a quelle caserecce, senza dimenticare i bistrot contemporanei. Il team di TheFork, ha realizzato alcune selezioni speciali di ristoranti con spazi all’aperto.

Ecco l’elenco dei 10 ristoranti dove mangiare all’aperto a Napoli:

Michelasso
A pochi passi da Castel dell’Ovo, propone piatti che attingono alle ricette tradizionali della cucina mediterranea prestando grande attenzione alla qualità del pesce e al rapporto qualità prezzo.

La Piazzetta
Un ristorante che dispone di diversi tavolini esterni, un paio dei quali in posizione privilegiata che consente una bellissima vista sul Vesuvio. Il locale è semplice e sincero come la cucina che attinge alla tradizione mediterranea e partenopea combinandola in ricette come gli scialatielli con cozze, taralli e friarielli.

L’Ostricaio
A via Bausan, un locale dall’ambiente moderno che dispone anche di tavoli all’aperto dove lasciarsi conquistare dai sapori della cucina mediterranea e dai crudi di pesce. La cucina è all’insegna della tradizione. La famiglia Abate che gestisce il ristorante ha reinterpretato in chiave moderna il mestiere dei propri antenati, quello delll’ostricaio che vendeva i frutti di mare al taglio in strada.

Rosolino Ristorante
Affacciato sul lungomare di Napoli, questo indirizzo offre i piatti classici della tradizione partenopea e pizze cotte rigorosamente a legna. Da non perdere soprattutto la sua genovese doc.

Pruneto 1944
A Posillipo, uno storico ristorante di pesce dove la cultura gastronomica e dell’ospitalità si tramanda di generazione in generazione dal dopoguerra. Il menù pensato dallo Chef Gigi Cotugno si inserisce nella scia della tradizione napoletana, valorizzando nel contempo il pescato del giorno. Tra le specialità il risotto al limone e gamberetti e la tenebrosa Vedova nera (fettuccine fresche impastate con il nero di seppia condite con un sughetto ai frutti di mare).

La Braceria Anema e Brace (Pozzuoli)
Una graziosa veranda e un interno arredati con colori pastello dove gustare un’ampia selezione di carni provenienti dall’Italia e dal mondo da abbinare a ricette ricercate volte ad esaltarne i sapori.

Antico Forno (Bacoli)
Classica pizzeria con tavoli all’aperto che fa della gentilezza del servizio e della genuinità delle sue pizze i proprio punti di forza,

Vasame Bistrot e Bottega (Torre del Greco)
In un caratteristico palazzo del ‘700 nasconde una corte interna, vero e proprio “giardino metropolitano” che vi accoglierà tra alberi di frutta, ortaggi ed erbe aromatiche. La cucina è semplice e genuina e stagionale. Da non perdere i “buccaccielli”, piatti in vasocottura.

Il Comandante Restaurant
Dulcis in fundo, per chi è alla ricerca di un’esperienza stellata, il ristorante perfetto dove godere di tavoli all’aperto con vista eccezionale sul Golfo di Napoli è Il Comandante Restaurant guidato dallo dallo chef Salvatore Bianco. All’ultimo piano dell’hotel Romeo.

Dove mangiare all’aperto a Napoli, la terrazza de Il comandante a Napoli

La cucina gioca sulle origini dello chef e le tante esperienze accumulate nel corso della carriera girando per altri paesi. I prodotti del mare vengono valorizzati con contaminazioni e gusti acidi, consistenze sorprendenti e grande intensità di sapore. Da menzionare tra i piatti in carta ci sono “Totano dentro e fuori”, i “Cannelloni di ricotta con maionese di acciughe e crema di broccoletti” ed il suo famoso ragù senza carne.

Johnny Take Ue’ – pizzeria e cucina d’eccellenza
Ultimo da raccontare, al Corso Vittorio Emanuele, una pizzeria con cucina che punta sulla qualità delle materie prime e sulla cura delle preparazioni. Pizze a lenta lievitazione e ricette tipiche sono prodotte sempre con ingredienti italiani selezionati con cura. Completano l’offerta i dolci firmati Gay Odin.

Lascia un commento