ShushiTiAmo Emozioni, chiude all’Arenile

Le Terrazze Arenile di Bagnoli sono state lo scenario dell’evento ShushiTiAmo Emozioni. Il concept dell’evento è espresso nel titolo, un gioco di parole che rimanda alla cultura nipponica e alla capacità di suscitare emozioni attraverso l’arte, la moda, il cibo e le perfomance live.

Una serata che strizza l’occhio alla cultura giapponese, ma che punta a dare risalto ad aziende ed eccellenze “Made in Italy”, che si distinguono per qualità e ricercatezza. Ad apertura della serata fashion show condotto da Mariasilvia Malvone, giornalista e speaker radiofonica, in passerella la capsule collection “Urban Geisha” di Annarita Mattei, la quale si è ispirata a stili antichi e culture lontane. La Mattei rielabora il kimono, rendendolo occidentale e contemporaneo, i decori d’ispirazione floreale sono i protagonisti assoluti della collezione.

A seguire, in passerella spazio all’arte orafa con le preziose creazioni di gioielli firmati Ramas, tutti pezzi unici ed artigianali, nati dall’estro creativo di Raffaele Massarelli. Per la moda casual è stato presentato il giovane brand “Refadafer” che punta ad imporsi sul mercato con una linea esclusiva di t-shirt nata da un’idea di Riccardo Volpe de Notaris e Luca Venturini. Shooting fotografici della sfilata a cura del Csf. Il tema giapponese ha fatto da filo conduttore alle tante attrazioni della serata: in stile “japan” il point di Auto Bruognolo e le creazioni di Team Leo e Lady Make Up che hanno curato il look delle modelle in passerella.

Mentre per la danza, grande successo per l’esibizione del corpo di ballo Lunacy, coreografato da Anna Malinconico, sulle note di “Memorie di una Geisha”, con splendide ballerine in kimono, ventagli ed ombrellini. In programma per la serata anche arte e performance live, con la direzione artistica di Valeria Viscione. In esposizione le installazioni dell’artista Dario Di Franco che ancora una volta punta sull’interazione con il pubblico con dei “Diari umani”.

Hanno dato un tocco di colore alla serata i body painting floreali realizzati dagli artisti Giuseppe Tuzzi e Agnese Masucci. Ancora, shooting fotografici live con il fotografo Matteo Anatrella che ha “catturato” con l’obiettivo fotografico gli sguardi e le emozioni dei partecipanti mentre assaggiavano cibo giapponese preparato dagli Chef dei padroni di casa: Giappo Village di Enrico Schettino. A completamento della serata musica e drink con i baretti sotto le stelle di “Chiaiamare”.

Check Also

La sala riservata di Mame Ostrichina

Mame Ostrichina e la cucina contemporanea con la cultura japan

Oggi vi vogliamo parlare della nuova fase di Mame Ostrichina a Napoli, il ristorante di …

Enrico Schettino ospite di Kitchen Sound

Kitchen Sound: da Alessandro Borghese in rappresentanza del sushi arriva Enrico Schettino

Pronto ad arrivare sugli schermi di Sky e Now Tv a partire dall’autunno prossimo, a …

Il panino preparato nella cucina del ristorante

Aprire un ristorante in periodo di CoronaVirus

La riapertura dei ristoranti dopo due mesi di lockdown è sicuramente un atto molto delicato, …