Napoli Pizza Village 2014, arriva “Sofì”

Napoli Pizza Village 2014Doppio compleanno per due miti della città di Napoli, famosi nel mondo. La bellezza di Sophia Loren, che il prossimo 20 settembre compirà i “suoi primi ottanta anni” e “L’oro di Napoli” il film cult diretto da Vittorio De Sica, in cui l’attrice interpretava una pizzaiola fedigrafa.

Due ricorrenze e un omaggio doppio, a cui quest’anno i fratelli Vesi, come nelle precedenti edizioni del Napoli Pizza Village, hanno dedicato una pizza speciale. Gli ingredienti saranno svelati nel corso della manifestazione, in programma sul lungomare Caracciolo di Napoli, dal 2 al 7 settembre. Si preannunciano novità pirotecniche allo stand 15, dei fratelli Vesi, dove Sophia e i protagonisti de “L’oro di Napoli” riceveranno l’omaggio dei fratelloni Vesi. “La bellezza di Sophia non ha paragoni, non ha tempo, non ha confini”, a spiegarlo è Giuseppe, che prosegue. “Siamo in linea con le cose già fatte qui al Napoli Pizza Village. Due anni fa abbiamo dedicato la pizza a Marek Hamsik; nell’edizione 2013 abbiamo omaggiato Higuain, con la nostra pizza “mimetica”. Quest’anno dallo sport passiamo ai miti del piccolo e grande schermo”.

E allora quale sarà la misteriosa pizza? Fritta? “Può essere che sia così afferma Giuseppe Vesi – ci stiamo pensando. Ma a noi piace stupire”. Anche con la nuova pizza “Sofì”, Vesi intende ribadire il legame fortissimo con la città. Al “Pizza Village” saranno cinquanta le pizzerie tra le migliori di Napoli, si attende mezzo milione di persone di cui 120mila dall’Italia e 4.500 dall’estero, la pizzeria all’aperto più grande del mondo si estende su oltre 30mila mq di allestimento con 4.700 posti a sedere complessivi. Cinquanta i forni, a cui lavoreranno centosettanta pizzaiuoli e quattrocentottanta collaboratori per preparare e servire oltre centomila pizze. “Sono bei numeri – commenta Giuseppe Vesi – e l’importante è non mollare mai. Attenzione ai particolari, che fanno la differenza. E poi pretendiamo la qualità da tutti i nostri fornitori, materie prime di livello assoluto, i nostri collaboratori sono sempre pronti al sorriso e a risolvere i problemi”. E la presenza di “Sofì” per un pubblico sempre più internazionale, sembra essere il tocco in più per abbinare il buon cibo al divertimento.